Il crowdfunding politico

Il  crowdfunding politico, il cui primo esempio mondiale è la campagna elettorale di Barack Obama nel 2008, si sta diffondendo anche in Europa.
L'anno scorso Antonio Costa, già sindaco di Lisbona, ha scelto lo strumento del crowdfunding per la campagna elettorale del suo secondo mandato intitolata Juntos fazemos Lisboa (http://ppl.com.pt/pt/prj/juntosfazemoslisboa), invitando soprattutto i giovani al voto. La raccolta fondi, realizzata attraverso la piattaforma portoghese ppl (http://ppl.com.pt) si è conslusa con successo il 26 Luglio 2013
In Italia il primo case study di crowdfunding politico è progetto Luoghi Ideali di Fabrizio Barca finanziato atteaverso la piattaforma Shinynote(http://www.shinynote.com/story/luoghi-ideali) che ha raccolto 53.000 euro pari al 133% dell'obiettivo.

L'era del crowdfunding politico è inziata. Chi ha deciso di seguire questa strada per le prossime elezioni europee?
Segnaliamo la campagna di Thomas Bastianel (http://www.kapipal.com/thomasbastianel), candidato nella lista Scelta Europea, che in questi giorni ha avviato attraverso la piattaforma Kapipal la sua raccolta fondi per la campagna elettorale all'insegna della trasparenza: tutte le spese saranno documentate e rese pubbliche.

Approfondimento: cos'è il crowdfunding?

Il crowdfunding (crowd = folla, funding = finanziamento), è un processo di finanziamento collettivo proveniente dal basso, tramite cui più persone contribuiscono con somme di denaro di varia entità a un progetto o ad un’iniziativa in cui credono e di cui si fanno sostenitori.

Rappresenta inoltre un metodo di raccolta di denaro che sfrutta il potenziale della viralità del web e dei nuovi schemi mentali facilitata dall’affermarsi dei social media.

Il capitale sociale e relazionale del crowdfunder è il capitale che conta maggiormente: non si tratta solo di numeri, quello che conta sono i legami di fiducia tra le persone, quei legami che ci spingono ad appoggiare un progetto, a farsi portavoce per esso e a trasmetterlo con la stessa fiducia ai nostri contatti. Il crowdfunding affonda le proprie radici nel concetto di “microfinanza”, ovvero la nozione secondo la quale piccole somme, quando aggregate, fanno la differenza. di cui l’Irish Loan Fund di Jonathan Swift, e la Grameen Bank  del Dr. Yunus sono antenati e pionieri. Il termine crowdfunding è stato coniato nel 2006 dallo statunitense Michael Sullivan nel lancio di Fudavlog.

Il crowdfunding è uno strumento innovativo per la raccolta del capitale diffuso attraverso portali online.

Le piattaforme di crowdfunding si distinguono nelle seguenti tipologie:
- Equity-based (basato su azioni, con ritorno economico)
- Donation-based (donazioni con motivi filantropici o di sponsorizzazione)
- Lending-based (P2P, P2B and Social Lending; ad es. Smartika)
- Reward-based (con ricompense non monetarie, ad es. Kickstarter, Indiegogo, Eppela, Musicraiser, Produzioni dal Basso, Kapipal, Shinynote, etc..)

I pagamenti avvengono attraverso vari tipi di sistemi, principalmente con Paypal (utilizzato dalla maggior parte delle piattaforme) e Amazon Payments.
Alcuni siti accettano anche bonifici bancari o pagamenti con carte di credito. Per quanto riguarda la commissione alle piattaforme, essa è determinata come una percentuale ottenuta sui fondi raccolti dai progettisti.

 

Tags: