Una mattina a Corte Molon (Verona)

Ad inizio Luglio sono stata invitata a Verona presso Corte Molon per un intervento sul crowdfunding durante un workshop degli iscritti di +Europa in vista delle elezioni regionali in Veneto. 
Di seguito alcuni punti chiave dell'intervento di Verona.
Quando ci si approccia al crowdfunding si tende spesso a mettere l'accento sull'aspetto del funding mentre il fattore chiave è proprio la crowd, "folla" o meglio ancora community. L'engagement e la creazione di una relazione di fiducia sono alla base del successo di una campagna. L'80% del lavoro si svolge prima del lancio, la fase di raccolta rappresenta l'ultimo 20%. E dopo la raccolta mai sottovalutate il momento dei ringraziamenti, delle ricompense se previste, e del mantenimento dei contatti.
L'obiettivo della campagna deve essere una iniziativa chiara e definita, occorre avere una community di una certa consistenza e un piano di comunicazione ad hoc, con i giusti messaggi, ma coerente ed inteserito nella strategia di comunicazione. 
Occorre pertanto strutturarsi, creare un team e avere linee condivise da seguire, che poi vanno declinate secondo le specificità dei territori mantenendo comunque un filo conduttore a livello nazionale. È un ambito che richiede estrema attenzione e che non è affatto secondario nella promozione delle nostre idee. Comunicare è parte dall'iniziativa politica. Chi non comunica non esiste. I soldi servono ma da soli non bastano, senza persone e strategia condivisa.

Tags: