Scam e schemi Ponzi camuffati da crowdfunding

Articolo aggiornato a Febbraio 2017

Quando ci sono di mezzo i soldi i "furbetti" non mancano mai. Prendi un certo tipo di società di coaching e formazione, coniugalo con il crowdfunding e aggiungici un pizzico di network marketing: ecco quella che viene presentata come opportunità di investimento con ritorno del 3% - 4% mensili attraverso il royalty-based crowdfunding, modello figlio dell'equity crowdfunding, che prevede però la remunerazione dell'investimento con una percentuale sui profitti dell'impresa finanziata anziché la sottoscrizione di quote. In Italia le piattaforme che offrono servizi di investimento devono essere autorizzate dalla Consob, che ha disciplinato il settore del crowdfunding con il regolamento sull'equity crowdfunding. Ultimamente in Italia, attraverso una serie di eventi viene presentata come piattaforma innovativa di crowdfunding royalty-based Systys, facente capo alla Cfi Group Service LlcIl portale Systys.com è stato registrato nel 2013 a Panama e la Cfi Group Service Llc, fondata nell'Ottobre dello stesso anno, ha sede negli USA e precisamente nel Delaware (le spiegazioni sono superflue). Fosse tutto qui. La Consob ha segnalato nel n. 29 del 21 Luglio 2014 della newsletter Consob Informa, pubblicata sul sito della Consob stessa, quanto segue: "La Commissione Nazionale per le Società e la Borsa segnala che la società Cfi Group Service Llc, con sede dichiarata negli Stati Uniti, non è autorizzata alla prestazione di servizi e attività di investimento in Italia secondo alcuna modalità e, quindi, neanche attraverso il sito www.systys.com e siti internet alla stessa affiliati e collegati." Per conoscere questa opportunità occorre seguire un corso. E potrete finalmente far lavorare i soldi per voi. Ma non è così. Tenete presente che quanto vengono proposti guadagni facili e investimenti alla portata di tutti è quasi certo che si tratti di scam. Attenzione dunque. Il sito in questione è offline dagli ultimi mesi del 2016 e il dominio è stato acquistato il 26.12.2016 da un privato giapponese per un sito personale.

Ma ecco un atro caso dietro al quale c'è una società con lo stesso nome, CFI (resta da capire se è collegata con quella di cui sopra o meno). Ecco a voi Crowdfunfing International, che si presenta come piattaforma di crowdfunding all'indirizzo www.crowdfundinginternational.eu registrato dalla CFI Holding B.V. con sede in Panamalaan 100  (che casualità il nome della via..mah!) ad Amsterdam. Apparentemente sembrerebbe trattarsi di una piattaforma donation based se non fosse che per presentare il proprio progetto occorre versare 200 euro per cominciare a ricevere donazioni a propria volta, quello che loro chiamano Starway Model.. Andando a leggere più nel dettaglio ci si accorge che si tratta di un vero e proprio schema Ponzi con una matrice 2 x 7. Attenzione dunque alle proposte di "guadagno con il crowdfunding": già dovreste notare l'incongruenza tra modello donation dichiarto e promessa di guadagno. Potrebbe però capitare ch non solo qualche sconosciuto ma anche qualche amico a sua volta già reclutato vi proponga Crodfunding International come opportunità raccontandovi di facili ed allettanti guadagni. Tenete presente che: 1. si tratta di un sistema piramidale ed è pertanto illegale; 2. non lasciatevi allettare da questo tipo di offerte,  la catena prima o poi si spezza...e la truffa viene alla luce. Questo tipo di scam inoltre sono molto dannose per le ripercussioni negative che creano nel settore del crowdfunding quello vero. Ricordatevi che il crowdfunding donation based (e anche quello reward based) è uno strumento per supportare iniziative e progetti ma non per guadagnare. Alla parola guadagno drizzate le antenne e chiedete maggiori informazioni ad esperti del settore (facendo attenzione che chi cercherà di reclutarvi si spaccerà per esperto e vi farà vedere video per convincervi che quello che vi stanno proponendo è crowdfunding).

Ripetiamo insieme: il crowdfunding donation based non è uno strumento per guadagnare.

 

 

 

Tags: