Di ritorno dall'ALDE Council Meeting

Ho partecipato come delegata di +Europa al Council Meeting dell'ALDE Party che si è svolto a Zurigo venerdì 28 Giugno 2019.Di seguito un breve report dei lavori e delle votazioni (voto palese per alzata di mano).Con voto all'unanimità sono stati accolti come nuovi membri dell'ALDE i Grünliberale, partito verde liberale svizzero, e USR, partito romeno che alle ultime elezioni si è presentato in alleanza con PLUS, partito del nuovo presidente del gruppo, ora Renew Europe, Ciolos. Sono state poi approvate le richieste di downgrade da membro effettivo a osservatore di tre partiti, Partit Demokratiku (Malta), Liberalisok (Ungheria) e Republican Party Georgia), richiesta dagli stessi fondamentalmente per problemi economici con il pagamento della fee. Si è poi discusso dall'alleanza del partito estone Centre Party con EKRE, partito di estrema destra (fa parte del gruppo Identità e Democrazia, quello di Salvini e Le Pen). Si deciderà come procedere e se avviare l'iter per l'espulsione. Questo Council ha intanto posto la questione, sulla quale lo stesso Van Baalen nutre preoccupazione.A seguire il capitolo delle sponsorizzazioni da parte delle aziende all'ALDE Party. Sostanzialmente è stato di fatto ammesso che il comunicato sulla sospensione era dettato dall'urgenza elettorale. Gli interventi sono stati a favore del sistema precedentemente in essere.Infine, sono state messe al voto due risoluzioni urgenti, entrambe approvate, la prima del partito svizzero FDP che riguardava le relazioni UE - Svizzera e chiedeva un supporto per le prossime elezioni - su questa ci siamo astenuti in quanto non aveva senso presentarla; la seconda risoluzione è stata presentata da Momentum Mozgalom (Ungheria) in difesa dell'indipendenza dell'Accademia delle Scienze di Budapest che con la nuova legge approvata dal governo Orban rischierebbe di venir meno - su questa abbiamo votato a favore. Infine è stato annunciato che la prossima riunione del Council si svolgerà durante il Congresso ad Atene.